Warning: INSERT command denied to user 'westital14596'@'2001:4b78:1001::1301' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, variables, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '%message in %file on line %line.', 'a:4:{s:6:\"%error\";s:7:\"warning\";s:8:\"%message\";s:43:\"array_map(): Argument #2 should be an array\";s:5:\"%file\";s:66:\"/home/mhd-01/www.westitaly.net/htdocs/modules/system/system.module\";s:5:\"%line\";i:1020;}', 3, '', 'http://www.westitaly.net/node/106', '', '34.238.248.103', 1597238010) in /home/mhd-01/www.westitaly.net/htdocs/includes/database.mysqli.inc on line 134

Warning: INSERT command denied to user 'westital14596'@'2001:4b78:1001::1301' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, variables, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '%message in %file on line %line.', 'a:4:{s:6:\"%error\";s:7:\"warning\";s:8:\"%message\";s:56:\"array_keys() expects parameter 1 to be array, null given\";s:5:\"%file\";s:56:\"/home/mhd-01/www.westitaly.net/htdocs/includes/theme.inc\";s:5:\"%line\";i:1845;}', 3, '', 'http://www.westitaly.net/node/106', '', '34.238.248.103', 1597238010) in /home/mhd-01/www.westitaly.net/htdocs/includes/database.mysqli.inc on line 134

Warning: INSERT command denied to user 'westital14596'@'2001:4b78:1001::1301' for table 'watchdog' query: INSERT INTO watchdog (uid, type, message, variables, severity, link, location, referer, hostname, timestamp) VALUES (0, 'php', '%message in %file on line %line.', 'a:4:{s:6:\"%error\";s:7:\"warning\";s:8:\"%message\";s:39:\"Invalid argument supplied for foreach()\";s:5:\"%file\";s:56:\"/home/mhd-01/www.westitaly.net/htdocs/includes/theme.inc\";s:5:\"%line\";i:1845;}', 3, '', 'http://www.westitaly.net/node/106', '', '34.238.248.103', 1597238010) in /home/mhd-01/www.westitaly.net/htdocs/includes/database.mysqli.inc on line 134
SAVIGLIANO (CN) - PICCOLE STORIE A KM0 - SENTIERO DEL MAIRA | www.westitaly.net

SAVIGLIANO (CN) - PICCOLE STORIE A KM0 - SENTIERO DEL MAIRA

#iorestoacasa ma posso moderatamente uscire per fare una passeggiata senza creare assembramenti.

E' l'occasione per fare due passi sul tratto saviglianese del Sentiero del Maira.

Il percorso parte da Racconigi e, snodandosi lungo il corso del torrente Maira, arriva fino all'imbocco della valle omonima, a Villar San Costanzo. Da qui si snodano numerosi sentieri di bassa e di alta valle.

Non so se tutto il percorso sia attualmente agibile, ma i Saviglianesi amano frequentare il tratto più vicino alla città per passeggiate a piedi o in mountain bike.

Il tratto saviglianese del sentiero prende tre nomi. Dal ponte di via Monasterolo verso Cavallermaggiore è dedicato a “Franco Pacifico”, uno dei presidenti della sezione del CAI di Savigliano.

E' la porzione di sentiero meno frequentata e in certi periodi inglobata nelle colture agricole più o meno consapevolmente. Corre non lontana dalle strade vicinali per le località di Campasso e Collarea. Nella bella stagione si respira il profumo della menta delle piantagioni nelle campagne di Cavallermaggiore.

Il tratto urbano del sentiero inizia dal ponte di via Saluzzo e prende il nome di Sentiero dei Mosaici.

Il progetto è iniziato nel 2006 a partire dall'associazione ASHAS e ha coinvolto gli studenti della città. Nel corso di alcuni eventi pubblici i ragazzi e le persone diversamente abili che fanno parte dell'associazione hanno interagito creando delle immagini utilizzando la tecnica del mosaico.

A metà percorso c'è un piccolo ponte pedonale che i Saviglianesi chiamano “la pianca”. E' un punto d'osservazione amato dai nonni che portano i nipoti a vedere le anatre che nidificano tra la vegetazione del torrente.

Questo tratto si chiude con un giardino dove c'è un punto attrezzato con rastrelliera per biciclette e un delizioso gazebo metallico con panchine circondato da un bel roseto.

Vi troverete anche indicazioni su percorsi ciclabili sul territorio.

A pochi passi inizia il tratto di sentiero dedicato all'ambientalista Bruno Tortone. Questa zona fu in diversi periodi della storia abitata e sfruttata a vari scopi.

Il marchese Emanuele Tapparelli d'Azeglio ricorda che in tale località, detta Becco d'Ania, vi era un palazzo detto Monmusardo dove nel 1360 il conta Amedeo VI di Savoia fu alloggiato dopo aver fatto distruggere e saccheggiare Savigliano. Più tardi la zona fu sfruttata per costruire le casupole dove ricoverare i contagiati dalla peste del 1630 ed infine, nel 1934, fu costruita sugli argini del torrente la colonia elioterapica.

Ph. Centro della Memoria, Savigliano

Oggi per imboccare il sentiero si costeggia la piscina comunale. Nel primo tratto si trovano anche delle aree attrezzate con tavoli e panche. In estate, negli ultimi anni, sono tornati sulle sponde del Maira i bagnanti. Poco lontano dall'imbocco del sentiero si supera il sottopasso della ferrovia Savigliano-Saluzzo, tratto riattivato nel 2019.

Lungo il percorso non è raro trovare delle installazioni in legno che sfruttano i tronchi caduti: panchine, ma anche navi, sculture e altro ancora.

Tra le piantagioni di pioppi, i boschetti lungo il torrente, i campi coltivati e la vista sulle montagne, si può raggiungere la località di Solerette dove, intorno ad una chiesa dedicata a San Nicolao, nel medioevo vi era un villaggio con tanto di mulino e torre di difesa.

Scomparso il piccolo nucleo abitato, restarono alcune importanti cascine un tempo probabilmente proprietà della famiglia Oggeri e poi passate all'Ospedale di Savigliano. Se avete voglia di proseguire ancora per un tratto, si può raggiungere il lago artificiale detto della Sirenetta e prendervi un meritato momento di relax.

Per approfondire consigliamo la lettura del volume “Tra Maira e Mellea”, Lega per l'Ambiente, Savigliano, 1992.